Home Cronaca

La situazione migliora, ma ci sono ancora 15 ricoverati e si registra un decesso

20 dicembre 2020 –  Il numero dei positivi continua a diminuire e quello dei guariti è sempre alto. Secondo i dati riportati dal portale ATS e resi noti dal comune di Arese il 17 dicembre, risulta che i casi totali sono 965 (16 in più rispetto al 10 dicembre). Ricapitolando la situazione è questa: si registrano 16 nuove persone positive e i ricoverati sono 15. Di conseguenza le persone poste in quarantena – numero che comprende sia i casi accertati (totale 153) sia chi è stato a contatto con casi accertati (totale 142) e quindi sottoposto preventivamente a “isolamento precauzionale”, sono 295. Il numero dei guariti passa a 753 (+71) ma si segnala decesso (totale 59).

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria è operativa la rete di aiuto e supporto alle persone in difficoltà a causa della pandemia, soprattutto a quelle che si trovano in stato di estrema necessità, fragili, che vivono sole. Il numero telefonico di emergenza 379 1909759 è attivo dalle 9.00 alle 18.00 e rispondono i volontari della Fraternita di Misericordia.

A questo numero è possibile chiedere aiuto solo in caso di estrema necessità a causa dell’obbligo di quarantena o dell’isolamento volontario attraverso la consegna a domicilio di generi di prima necessità quali spesa e farmaci. “Chiediamo a tutte le persone che sono in grado di attivare la rete parentale o amicale di non usufruire del numero di emergenza per permetterci di aiutare chi effettivamente ha bisogno e non ha altro modo per soddisfare le proprie necessità”, spiega il sindaco Michela Palestra.

È attivo anche il servizio di supporto psicologico, gestito grazie al contributo volontario di psicologi professionisti, al fine di sostenere le persone risultate positive al Covid-19 a superare questo momento di difficoltà. Il numero a cui rivolgersi è sempre il 379 1909759.

I dati in percentuale

Parlando di percentuali fino a oggi il 4,9% della popolazione è risultato contagiato, attualmente risulta positivo lo 0,78% degli aresini, mentre tra casi accertati e persone in sorveglianza il 1,50% dei cittadini è direttamente coinvolto. I guariti sono attualmente il 78% di tutti i contagiati dall’inizio dell’epidemia. I morti attribuiti al Covid-19 da marzo a oggi sono il 6,11% di tutti quelli che hanno contratto il virus ma, al momento, la percentuale di decessi, da quando è iniziata la seconda ondata, è limitata al 2,45% (contro il 21,39% della prima fase), segno che abbiamo finalmente capito come affrontare meglio questa malattia. Il calcolo è realizzato sulla base di una popolazione residente al 31 dicembre 2019 di 19.683 persone, così come indicato dall’ISTAT.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese