Home Cronaca

Ritorna operativo il mediatore comunale

13 febbraio 2012 – Dopo che la scure del commissario prefettizio la aveva tagliata, torna operativa la figura del mediatore comunale. Negli ultimi due anni l’incarico era stato ricoperto dall’avvocato Adriano Anderloni, al quale la giunta uscente aveva di fatto riconfermato il ruolo anche per il 2012 deliberando l’atto di indirizzo necessario per il rinnovo dell’incarico annuale con un emolumento pari a 10.400 euro lordi all’anno. Il commissario prefettizio, nominato in seguito allo scioglimento del consiglio comunale, aveva però giudicato il servizio di mediatore comunale non indispensabile e aveva revocato la delibera di giunta. Grazie alla disponibilità di Anderloni, però, il servizio non verrà cancellato: “Appresa la decisione del commissario – dice l’avvocato aresino – e avendo constatato, nei due anni scorsi, l’interesse e l’apprezzamento per il lavoro svolto, onde non privare i cittadini di Arese di un’attività ritenuta utile, mi sono dichiarato disponibile a svolgere il servizio gratuitamente per tutto il periodo di commissariamento dell’Ente e sino all’insediamento della nuova amministrazione, dopo le prossime elezioni amministrative”.

E proprio in questi giorni Anderloni ha ricevuto la notizia che il commissario ha accettato la sua proposta, autorizzandone l’attività a titolo gratuito presso la sede comunale. Già da domani, quindi, Anderloni ricomincerà a ricevere con regolarità i cittadini aresini che dovessero avere bisogno dei suoi servigi. Il mediatore comunale riceve il martedì pomeriggio previo appuntamento telefonico, da concordare chiamando il numero 02-93527259.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.