Home Cronaca

Seregni ha deciso di… darci un taglio!

03 maggio 2013 – E’ sotto gli occhi di tutti che la situazione dei parchi pubblici di Arese avrebbe bisogno di manutenzione, in particolar modo per quanto riguarda la loro manutenzione e la rasatura dell’erba, che vi è cresciuta a dismisura. E c’è chi, come Massimiliano Seregni, ha deciso di darci un taglio, e non in senso figurato. “Tutti parlano di tagli alla politica – dice Seregni – tutti dicono di voler dare dignità ai parchi comunali tagliando il loro degrado. Lo stato dei parchi è indecoroso, l’erba non viene tagliata da troppo tempo. Per questa ragione se oggi, 3 maggio, il Comune non interverrà per tagliare l’erba, ci penseremo noi domani. Invito pertanto le persone che volessero rendersi disponibili a presentarsi sabato mattina, alle ore 10,30, al Parco di via Senato. E l’invito che faccio ai politici, se tengono realmente al verde di Arese, è quello di venire a dare una mano, invece di distribuire volantini al mercato dove si dice che un giorno si farà la manutenzione del verde. Fatela con noi domani. I bambini hanno diritto di giocare in un prato degno di essere chiamato tale. Noi ci saremo anche se non chiediamo il voto a nessuno in quanto non presenti in alcuna lista e gruppo”.

Seregni ha inviato poco fa una comunicazione al Comune, nella quale annuncia la sua iniziativa. “Ho informato l’amministrazione che un gruppo di cittadini si incontrerà liberamente e spontaneamente non in un bar ma per contribuire a dare decoro ad Arese, per tagliare e rimuovere in sicurezza e senza pericoli l’erba, che impedisce ai nostri bambini di giocare nel verde cittadino. La parola passa ora al Comune, che ha tre possibilità: intervenire direttamente oggi, far lavorare noi domani o non intervenire e vietare la nostra iniziativa spontanea diretta a tutelare il verde di Arese ed a valorizzare l’impegno spontaneo dei cittadini. In quest’ultimo caso non sarà possibile effettuare nessun taglio spontaneo dell’erba e i bambini dovranno giocare in mezzo alla giungla anche questo fine settimana”. Seregni invita, infine, i cittadini che volessero partecipare al taglio a monitorare il suo sito (clicca qui), per verificare che il Comune non abbia provveduto oggi al taglio o che non abbia deciso di vietare lo svolgimento dell’iniziativa. Iniziativa alla quale hanno già dato la loro adesione Luigi Muratori, canidato sindaco della coalizione composta da Pdl e Arese in Testa, e la sua associazione.

Pubblichiamo di seguito il testo della comunicazione inviata da Seregni con PEC al Comune di Arese:

Lo stato del verde dei parchi in questi giorni è davvero indecoroso, l’erba non viene tagliata da troppo tempo.
Per questa ragione, con la presente sono a comunicare che se l’erba dei parchetti pubblici non sarà tagliata (cosa che ci si augura avvenga nelle prossime ore), considerato che domani è previsto bel tempo (e che i bambini hanno tutto il diritto di giocare nel verde), con un gruppo di cittadini siamo disponibili a provvedere a tagliarla gratuitamente noi nella giornata di domani nei parchetti di Via Senato e via Di Vittorio.
I bambini hanno infatti diritto di giocare in un prato degno di essere chiamato tale.
Un incontro libero e spontaneo di cittadini e di amici che si dedicano a semplici attività di giardinaggio in piena sicurezza a tutela del verde di Arese.

Le operazioni avverranno in piena sicurezza seguendo la seguente procedura:
– 1 veriifca dell’assenza di materiale (con rimozione) di vetri e oggetti estranei
– 2 taglio dell’erba in modo sicuro e manuale e senza pericolo per persone, oggetti e cose
– 3 rimozione dell’erba e trasporto in discarica.
– 4 foto di gruppo.
– 5 il tutto nella piena e totale responsabilità del sottoscritto. 

Ho controllato il regolamento di polizia urbana e non mi pare ci siano divieti in tal senso o formalità da seguire..
Ovviamente, resta inteso che in  In caso di divieto di questa attività spontanea diretta a tutelare il verde di Arese ed a valorizzare l’impegno spontaneo dei cittadini  : nessun taglio  sarà effettuato. Ed in caso di mancato intervento da parte del Comune, i bambini dovranno giocare in mezzo alla Giungla anche questo Week-end.
L’augurio è ovviamente che quanto sopra non sia necessario. 
L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.