Home Cronaca

UNI TER promuove il progetto Una calda coperta per aiutare le donne che subiscono violenza

25 novembre 2020 – Oggi è la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne. Quale occasione migliore, quindi, per l’UNI TER e il gruppo Mi spetta il rispetto, insieme all’amministrazione comunale, di promuovere un progetto molto interessante, che si pone come alternativa agli eventi in presenza, che in questo particolare momento non sono possibili. Si tratta dell’iniziativa Una calda coperta, ovvero la realizzazione di coperte fatte a mano che, l’8 marzo 2021, saranno esposte per la vendita in una piazza di Arese. Il ricavato sarà interamente devoluto a favore del progetto Hara

Giusto qualche informazione sul Centro Antiviolenza “HARA, ricomincio da me”. Rappresenta un presidio di contrasto al maltrattamento e alla violenza di genere, generativo di interazioni e di corresponsabilità, nel quale far confluire diverse azioni espressione della comunità stessa a contrasto dell’isolamento e della marginalizzazione. Offre assistenza gratuita alle donne tramite ascolto (anche telefonico) e accoglienza, sostegno psicologico, consulenza e assistenza legale, supporto economico e ospitalità in case rifugio. Le sedi sono a Rho e Garbagnate.

Se volete contribuire al progetto Una calda coperta avete a disposizione varie possibilità. Se lavorate ai ferri o all’uncinetto potete realizzare uno o più quadrati da 50 centimetri di lato e se sapete cucire potete aiutare ad assemblare le “piastrelle” per confezionare le coperte. In aggiunta o in alternativa si possono mettere a disposizione dei gomitoli di lana.

Per unirsi al gruppo e dare la propria adesione si può chiamare il numero 328 2303512 oppure inviare una mail all’indirizzo [email protected].

Passate parola: il successo dell’iniziativa dipende anche da voi!

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese