Home Eventi

Personale Magro si sposta a Milano

09 maggio 2013 – La personale dell’artista aresina Francesca Magro, ospitata dall’8 marzo all’8 maggio al Museo della Città di Urbino, si sposta a Milano, nella storica Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco, dove rimarrà sino al 3 giugno. L’inaugurazione è prevista per mercoledì 15 maggio alle ore 20,00 e vedrà la partecipazione del direttore della Scuola Superiore d’Arte Applicata Pietro Nimis, dello storico dell’arte Luca Pietro Nicoletti, dello psicanalista e saggista Giancarlo Ricci, del regista e autore televisivo Francesco Tadini e del poeta Dome Bulfaro. La mostra sarà aperta nelle giornate di lunedì e giovedì, dalle ore 19,30 alle ore 22,00, e il martedì e mercoledì dalle ore 16,00 alle ore 22,00.

La mostra, coordinata da Moreno Chiodini, propone, negli spazi del Laboratorio di Arti Calcografiche, un ciclo unitario di opere grafiche realizzate da Francesca Magro nell’arco di un biennio, fra il 2011 e il 2012, costruito come un diario immaginario che rende visibile una possibile umanità futura, modificata e snaturata dalla biotecnologia fino a competere con la robotica, in tutte le sue tensioni e inclinazioni. Da sempre attenta ai temi della figura, Francesca Magro, si interessa da qualche anno del tema dell’Oltreuomo, ovvero del corpo in relazione ai progressi scientifici, affrontando i temi dell’alienazione del futuro uomo-macchina: un corpo, insomma, non più sensibile ma oggetto di manipolazioni di ogni tipo. Le trentotto incisioni che si snodano all’interno del laboratorio e del corridoio adiacente, sono accompagnate da dieci fotografie di Andrea Angelucci che raccontano la genesi di questo ciclo incisorio nella stamperia milanese di Ivan Pengo. La mostra è accompagnata da un volume a cura di Luca Pietro Nicoletti.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.