Home In evidenza

La Lega raccoglie le firme per sostenere i sei referendum sulla Giustizia proposti con i Radicali

21 luglio 2021 – La Lega sarà presente con un proprio gazebo il 24 luglio, per il secondo sabato consecutivo, nei pressi del mercato, per raccogliere le firme necessarie alla presentazione dei sei quesiti referendari sulla Giustizia promossi dal Carroccio e dal Partito Radicale. Il termine per sottoscrivere i referendum è fissato per fine ottobre, ed entro questa data i proponenti dovranno raccogliere 500 mila firme certificate a sostegno dei referendum. “Ad Arese – spiega Vittorio Turconi, capogruppo leghista in consiglio comunale – dopo quelli di sabato scorso e di sabato prossimo organizzeremo altri gazebo dove promuoveremo la raccolta firme a sostegno dei referendum sulla Giustizia. Ricordo ai cittadini che volessero firmare ma che non potessero raggiungerci nelle date previste per i nostri presidi, che lo potranno comunque sempre fare anche in Comune”.

Come detto, i quesiti referendari sulla Giustizia proposti da Lega e Radicali sono sei: il primo riguarda la responsabilità civile dei Giudici, il secondo la separazione delle carriere dei magistrati sulla base della distinzione tra funzioni giudicanti e requirenti, il terzo la custodia cautelare, il quarto chiede l’abrogazione del testo unico in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo (legge Severino), il quinto l’abolizione della raccolta firme Lista magistrati e il sesto il voto per i membri non togati dei Consigli Giudiziari.

Entrambi i partiti hanno pubblicato sui rispettivi siti le informazioni in merito ai quesiti da loro proposti (per la Lega clicca qui, per il Partito radicale clicca qui).

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese