Home Politica

Accordo fatto: ci sarà Sinistra per Arese

29 febbraio 2012 – Dopo lunghe trattative, fatte di accordi, ripensamenti e riavvicinamenti, vede finalmente la luce Sinistra per Arese, la lista unitaria che raggruppa esponenti di Sinistra Ecologia Libertà, Rifondazione Comunista, Socialisti Italiani e personalità indipendenti e che appoggerà la candidatura di Giuseppe Augurusa alle prossime elezioni amministrative. Viene così premiato il lavoro del segretario di Sel Achille Vegetti che sin dal primo momento si era convinto che questa sarebbe stata la sola strada percorribile per avere rappresentanza nel prossimo consiglio comunale e che per mesi ha tessuto la difficile tela per riavvicinare le diverse anime della sinistra aresina.

“La decisione – spiega Vegetti – è scaturita da un’attenta analisi della situazione politica locale che non ha precedenti nella storia amministrativa del nostro comune. L’arresto dell’ex sindaco Fornaro e la fine anticipata del mandato della giunta, con conseguente scioglimento del consiglio comunale, sono stati eventi traumatici per la vita democratica della città. L’arrivo del commissario prefettizio e le nuove elezioni fissate per il 6 e 7 maggio 2012 costituiscono per Sinistra per Arese un banco di prova decisivo finalizzato a dare ai cittadini aresini una nuova amministrazione e un buon governo, che sappia amministrare, con metodi e contenuti nuovi, la situazione non facile che la città dovrà affrontare”.

Trovato l’accordo sulla lista rimane comunque molto lavoro da fare. Nelle prossime settimane i partiti della nuova coalizione definiranno un percorso di lavoro e di incontri per la definizione del programma, che verrà poi proposto al resto dello schieramento di centrosinistra per arrivare a una sintesi programmatica comune. Nei prossimi giorni verranno anche definiti i criteri politici, etici e morali con cui saranno individuati i candidati della nuova lista unitaria Sinistra per Arese. “La fase che si apre – conclude Vegetti – è una sfida per tutti coloro che, collocandosi a sinistra, intendono affrontare il futuro di Arese con una lettura dei problemi innovativa e partecipativa, nella volontà di apertura e confronto con tutte le istanze democratiche aresine”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.