Home Politica

I Grilliaresini sul fututo dell’area ex Alfa

Foto di H. Borroni

Foto di H. Borroni10 febbraio 2012 – Che avrebbe dedicato una serie di post sul proprio blog (clicca qui) per approfondire tutti i punti del suo programma, il Movimento 5 Stelle lo aveva anticipato annunciando la presentazione di una sua lista alle prossime elezioni amministrative. E il primo argomento affrontato è quello che i Grilliaresini identificano come il più importante per Arese, e cioè il futuro dell’area ex-Alfa (nella foto di H. Borroni). “Questo è un tema che scotta – dice Marco Rapetti – e la prudenza di tutti i politici è d’obbligo. Ma noi non siamo politici, non scendiamo in campo, ma casomai saliamo – anche un po’ controvoglia – sul treno della gestione della cosa pubblica, perché siamo stufi dell’attuale classe politica che, nella migliore delle ipotesi, non si è dimostrata capace di affrontare l’argomento in maniera organica. Inoltre siamo cittadini bene informati o cerchiamo di informarci: anche se sembra che i giochi siano fermi, in realtà i movimenti sotto sotto continuano e si prepara il gran finale, col botto, come si può leggere in un articolo pubblicato da Roma Regione (leggi qui)”.

I Grilliaresini stanno concordando la loro azione con i Movimenti 5 Stelle di Rho e Garbagnate, che con Arese sono due delle altre tre città sul cui territorio sono site le aree ex Alfa: ” Sabato scorso – spiega Rapetti – alcuni dei rappresentanti dei Movimenti 5 Stelle di Arese, Rho e Garbagnate si sono incontrati per fare il punto su questa importantissima e strategica area. E’ chiaro che anche noi abbiamo le nostre idee, e le possibilità valide e già presentate in passato sono davvero tante, come ad esempio la proposta di realizzare una eco-città dell’ambiente, della scienza e dell’industria presentata anni fa da un nutrito gruppo di associazioni e movimenti della zona. Nel valutare l’impatto dell’area e i progetti che vi si potrebbero attuare, non bisogna dimenticarsi che si sta parlando di una superficie di 2 milioni 350.000 metri quadrati”.

E, nel concreto, ecco quello che il Movimento 5 Stelle di Arese si appresta a fare: “Quello che desideriamo chiarire – racconta Rapetti – è che noi siamo contrari alla tangenzialina, contrari al centro commerciale e soprattutto contrari a un uso anche solo parzialmente residenziale dell’area. E, soprattutto, non vogliamo nessuna decisione calata dall’alto. A breve presenteremo una mezza dozzina di proposte articolate in un sondaggio aperto anche alle proposte di tutti i cittadini interessati. Presenteremo questo documento in campagna elettorale e, in contemporanea, anche i M5S dei comuni interessati distribuiranno lo stesso sondaggio. Il nostro impegno nei confronti dei cittadini sarà quello di divulgare i risultati e rispettare il volere popolare qualunque esso sia”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.