Home Politica

Ufficiale, Pdl e Udc correranno insieme

13 febbraio 2012 – La scelta dei candidati sindaci che le varie formazioni politiche proporranno ai cittadini per le elezioni amministrative del prossimo maggio sembra sempre più una partita a poker, fatta di puntate, bluff e chip esplorativi. Al momento di certo c’è solo che per il centrosinistra correrà Giuseppe Augurusa e per Aresefuturo Pietro Ravelli. Si sa anche che il candidato di Unione Italiana sarà una donna, ma non si sa ancora quale delle quattro papabili uscirà papessa. Per restare ai partiti tradizionali, tutto tace sul versante Lega e solo qualche rumor giunge da Pdl e Udc. Una notizia ufficiale questi ultimi due partiti la hanno però data, anche questa attesa ma forse non così scontata. Pdl e Udc hanno, infatti, appena ufficializzato, in un comunicato congiunto delle rispettive segreterie, che correranno insieme dando attuazione a un nuovo progetto politico. I due partiti hanno già costituito alcuni gruppi di lavoro che definiranno in tempi molto stretti, si parla di qualche giorno, le linee guida del programma politico-amministrativo che verranno rese note, unitamente al nome del candidato sindaco, nei prossimi giorni.

I due partiti, in linea di principio, sono anche disponibili ad allargare la coalizione, dichiarando aperto il dialogo con tutti i cittadini e con quelle forze politiche o associazioni che vorranno condividerne il percorso. Non si tratta però, come puntualizza Perferi, di una riproposizione della vecchia alleanza: “Di fatto è la prima volta che Udc e Pdl si presentano insieme, con un’alleanza forte e condivisa. Nei dieci anni di mia amministrazione, infatti, il Pdl non esisteva ancora e altri erano i partiti che facevano parte della coalizione. Meno che mai, poi, questa alleanza può essere paragonata a quelle uscita vincitrice dalle scorse elezioni e della quale faceva parte anche la Lega Nord. Con la segreteria del Pdl ci siamo trovati a condividere gli obiettivi della prossima campagna elettorale e il percorso per realizzarli e abbiamo quindi deciso di dare vita a questa alleanza che è certamente più omogenea e coesa della precedente”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.