Home Rubriche Lettere

Bello ma difficile il ping pong tra i rami!

16 novembre 2011 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera del nostro lettore Francesco Gentile.

Capisco che attraversiamo tempi con grossi problemi e anche gravi, ma bisogna proprio ammettere che questo autunno aresino è stato caratterizzato da bel tempo “atmosferico”. E la voglia di andare in giro, muoversi, è sempre viva quando c’è il sole. Nasce l’idea: perché non ritornare a tempi lontani, prendere una racchetta e una pallina e andare a giocare a ping pong all’aperto? Il Comune, anni fa, installò tavoli per questo sport in vari siti e il progetto era ottimo: invogliare i ragazzi, e non solo, a praticare sport tra il verde. Il mio fuoco d’osservazione di oggi è proprio questo: il verde che ricopre “a rami bassi“  i campetti di tennis da tavolo, in ogni stagione. Leggevo che Arese vanta buoni giocatori di ping pong e allora come emularli? Come lanciarsi in schiacciate o colpi a pallonetto facendo passare la pallina tra i rami?

Inoltre, i ripiani non sono più lisci e le palline vengono deviate in ogni direzione. Da tempo ci pensavo e solo ultimamente ho fatto qualche foto che allego. Chi gestisce la nostra cara Città ha molti pensieri in questi giorni, ma c’è sempre da sperare che arrivino momenti di maggiore attenzione anche alle “piccole cose” che fanno cittadini “molto soddisfatti” …

Cordiali saluti
Francesco Gentile