Home Rubriche Lettere

“Come è stato scelto il candidato del M5S?”

20 marzo 2013 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che commenta l’articolo relativo alla scelta di Bruno Carozzi come candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle (leggi qui). In realtà alcune risposte agli interrogativi contenuti nell’intervento del lettore le possiamo già dare noi: la scelta di Bruno Carozzi come candidato e portavoce è stata effettuata dagli iscritti al MeetUp del M5S di Arese (clicca qui), dove è anche possibile reperire una serie di informazioni specifiche sui meccanismi che ne regolano le attività.

Ho letto con grande interesse l’articolo in merito alla designazione del dott. Bruno Carozzi a candidato sindaco di Arese: sulla base di quanto riportato sono dell’avviso che le sue caratteristiche personali e professionali siano sicuramente di buon livello. Vorrei sottoporgli un quesito: come si è pervenuti alla sua candidatura? Vale a dire quali procedure si sono seguite? E’ stata effettuata una votazione on line? Con quali regole? Quanti candidati erano in lizza? Quanti voti hanno preso? Quanta pubblicità si è fatta a questa votazione?

Lo faccio pubblicamente, attraverso QuiArese, e non rivolgendomi privatamente al dott. Carozzi, perché ritengo che la risposta possa interessare anche altri futuri elettori aresini: sono certo di non mettere assolutamente in imbarazzo questo movimento che giustamente inserisce la trasparenza fra i suoi principi fondanti.

Con i migliori saluti.
Carlo Brusadelli

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.