Home Rubriche Lettere

“Non sono d’accordo con Difendiamo Arese”

05 marzo 2013 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di un lettore che contesta l’analisi fatta dal Comitato Difendiamo Arese nel comunicato pubblicato alcuni giorni fa (leggi qui).

L’intervento del Comitato Difendiamo Arese, diffuso dal vostro giornale, mi sembra un po’ un tentativo di confondere le acque: infatti il traffico che si riverserà nel centro di Arese, e che avrebbe potuto essere dirottato sulla tangenzialina, sarà, a detta di tutti,  prevalentemente quello di attraversamento proveniente dalla Fiera e dalle autostrade verso la Varesina e viceversa; non certo quello verso il futuro centro commerciale. Per quanto concerne l’opposizione alla ventilata speculazione edilizia, penso che sarebbe stato più logico, in caso di concreti sospetti, fare azioni di denuncia chiaramente e pubblicamente invece di seguire vie traverse.

L’azione del Comitato resta, tuttavia a mio avviso, un esempio da manuale dell’applicazione del metodo descritto dal famoso acronimo “n.i.m.b.y” ossia: non si tocchi il mio giardino, anche se ciò può arrecare pregiudizio all’intera comunità.

Vittorio Papagno

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.