Home Rubriche Più o Meno

Expo e iniziative… Più o Meno grandiose

05 marzo 2015 – Tra meno di due mesi partirà l’evento internazionale dell’anno: Expo. Molti dicono: “ La curiosità è l’anticamera del sapere” e, quindi, ho cercato informazioni sul programma di eventi che Arese ha organizzato per i sei mesi da maggio a ottobre. Primo riferimento, il sito del Comune di Arese, ma non ho trovato note in merito. Ovviamente la ricerca si è indirizzata al sito della Pro Loco e sulla home page c’è l’elenco dei prossimi eventi, cioè:  domenica 8 marzo,  Pranzo – Festa della Donna;  domenica 10 maggio, Passeggiata in Bicicletta – Bimbimbici 2015; fine giugno, Festa Patronale Ss. Pietro e Paolo e, al momento non c’è altro. L’apertura del Museo storico dell’Alfa Romeo ancora non è ben definita. Sulla pagina del sito di Expo dedicata agli eventi (clicca qui) non ho trovato un programma, ma solo l’elenco delle manifestazioni “già svolte”…

Conclusione, dopo aver fatto una navigazione anche sui siti di Rho e Lainate, mi sembra che, se si sta preparando un elenco di eventi, esso viene mantenuto segreto, forse per creare aspettative e sorprendere gli abitanti dei Comuni coinvolti da Expo con iniziative Più o Meno grandiose. Sembrerebbe strano, invece, che tutti gli eventi siano organizzati solo all’interno del sito espositivo, senza che questi Comuni siano allietati, nelle loro piazze e strutture, parallelamente alla Grande Festa. Immagino collaborazione tra le varie Pro Loco, tra gli operatori del turismo, tra i commercianti. Spero nell’organizzazione di visite guidate, anche con il coinvolgimento di associazioni e fondazioni, ad esempio il Fai: sul territorio ci sono tante Ville (Litta, Ricotti, Arconati, Burba…), tanti edifici industriali, ad esempio le Fornaci, e anche agricoli, come vecchie cascine, cortili, ad esempio la frazione Valera di Arese. Ci sono tante Chiese di interesse artistico-religioso e il Parco delle Groane, con la sua caratteristica vegetazione, i fontanili, i sentieri ciclopedonali… Immagino organizzazione di sagre e mercatini o mostre di strada, concerti, spettacoli per grandi e bambini…

Giorni fa parlavo con un amico di Expo e di quanti sacrifici ha comportato e sta comportando per i Comuni confinanti, oggetto di grandi dibattiti tra i cittadini, e lui mi ha detto: “Chissà cosa avete avuto in cambio, in termini di infrastrutture, vantaggi per partecipare alla manifestazione, richiamo turistico e incremento di finanze”. Non ho saputo rispondere, forse perché troppo frastornato dalle premesse, dalle promesse e dalle polemiche… Oppure, perché penso che bisogna attendere il bilancio finale. Per il momento, viviamo l’attesa. Più o Meno.

Francesco Gentile
www.gents.it/blog/

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese