Home Sport

A Lainate vince il caos…e perde il GSO!

22 novembre 2011 – In una fredda e nebbiosa mattinata di domenica, il GSO è chiamato ad affrontare la decima di campionato in trasferta contro l’Oratorio Lainate Ragazzi. Insolito l’orario del match – il cui calcio d’inizio arriva alle dieci e trenta – e ancora più insolito il campo, un fazzoletto di terra umida dalle dimensioni molto limitate, soprattutto in larghezza. Gli aresini devono far fronte all’ennesima emergenza sugli esterni difensivi: questa volta i terzini sono Dezio e Musci, mentre i centrali di difesa sono i soliti Bianchi e Giorgiutti M.; trio d’attacco Imparato, Magagna e Perri, con quest’ultimo più arretrato, e centrocampo con Trombini, Lai e Giorgiutti O.. Il GSO scende in campo ancora dormiente e l’oratorio Lainate ne approfitta per andare in vantaggio subito dopo il via; è il 2’ quando, sugli sviluppi di un calcio piazzato, Ravaro taglia facilmente dietro al linea difensiva degli aresini e calcia da posizione favorevole: Cavalli riesce a smorzare il tiro ma sul pallone si avventa in seconda battuta Artuso, che anticipa tutti e non sbaglia il tap in, regalando il vantaggio alla sua squadra.

Il GSO accusa il colpo e non riesce a proporre niente di buono per il primo quarto d’ora, lasciando che siano i lainatesi a prendere l’iniziativa – seppur i padroni di casa non riescano mai a farsi veramente pericolosi. In campo regna la confusione, gli spazi ridotti limitano la possibilità di tessere le maglie del gioco, e l’unica via per creare fastidi è quella dei calci piazzati. Solo al 27’ il GSO riesce a pareggiare lo svantaggio: Ferrara (il portiere di casa) si avventura in un pericoloso dribbling nella sua area e perde palla sulla pressione di Perri. Il trequartista aresino serve Magagna, il quale prima di calciare verso la porta sguarnita viene atterrato dallo stesso portiere e guadagna un calcio di rigore che Imparato trasforma. Al 29’ l’ennesimo infortunio segna la fine della partita di Dezio che lascia il posto a Giordano. Dopo il pareggio il GSO si sveglia e incomincia ad attaccare con convinzione. Magagna imbeccato da Imparato alza troppo il pallonetto da buona posizione, poi Lai su punizione sfiora il palo ed infine ancora Magagna non inquadra lo specchio con una bella girata al volo. Al 45’ arriva l’occasione più clamorosa sui piedi di Trombini, il cui potente tiro è respinto in corner da un’ottima parata di Ferrara, che si riscatta così dall’errore commesso in occasione del rigore. Si chiude quindi la prima frazione, e il buon calcio ancora non se n’è visto.

Nella ripresa il Lainate parte subito bene, e trova buone opportunità con Casè, fermato due volte da Cavalli in uscita bassa. A parte questi due piccoli brividi, la partita ristagna a centrocampo, dove ormai il numero di palle perse da entrambe le squadre è diventato incalcolabile. Manca spazio, manca velocità, mancano idee. Il GSO prova ad affidarsi ai lanci lunghi e da uno di questi nasce una buona opportunità per Perri, il cui tiro al 70’ è rimpallato. Sull’altro fronte il Lainate si affida alle punizioni che Ravaro guadagna con furbizia, ma nonostante la moltitudine di palloni buttati in area, la porta di Cavalli non corre pericoli. Il raddoppio dei padroni di casa arriva al 73’ quando su un corner per il GSO, i lainatesi recuperano palla con Ravaro che corre cinquanta metri palla al piede per poi servire Casè: Cavalli è indeciso nell’uscita, Bianchi perde il contrasto e la punta ospite fa 2-1 con un bel rasoterra sul primo palo. L’Arese si butta tutto in avanti per cercare il pari, ma non c’è nessun ordine nell’attacco e gli schemi a centrocampo sono saltati ormai da tempo.

Il Lainate si chiude e fa densità davanti alla propria area di rigore per poi partire in contropiede con i veloci attaccanti: su una ripartenza di queste, Casè colpisce il palo al 79’. Gli ultimi dieci minuti sono tutti di marca biancorossa, ma il gol del pareggio non arriva. Al 81’ Giorgiutti O. di testa manda a lato di poco, poi Pisano (appena entrato per Musci) prima serve un assist d’oro a Perri – il cui tiro debole è parato – e poco dopo centra il palo con un bel destro dal limite dell’area. Finisce 2-1, e per il GSO sono solo rimpianti: nonostante la brutta prestazione la differenza l’hanno fatta le troppe occasioni sprecate e un ritmo troppo altalenante. La sconfitta trova attenuanti nell’orario mattutino della gara e nelle dimensioni ristrette del campo, ma rimangono tre punti persi contro una squadra di basso profilo, che pesano come un macigno in virtù dei risultati degli altri campi: la zona playoff adesso è a 4 punti, e all’orizzonte si profilano le due difficilissime trasferte contro Salus e Gerenzanese.

TABELLINO
Oratorio Lainate Ragazzi – GSO Don Bosco Arese 2-1 (p.t. 1-1)
Marcatori: 2’ Artuso (L), 28’ Imparato (rig.), 73’ Casè (L)
Ammoniti: 32’ Ferrara (L), 36’ Casè (L), 39’ Lai, 53’ Di Nardo (L), 57’ Taglieri (L), 59’ Artuso (L)

PAGELLE
Oratorio Lainate: Ferrara M. 6, Barbarino 5, Rampoldi 5,5, Rauseo 6 (dal 61’ Bazzi 6), Mancuso 6, Di Nardo 5,5, Ferrara N. 6, Taglieri 6, Artuso 6 (dal 76’ Samà s.v.), Ravaro 7 (dal 86’ Winder s.v.), Casè 6,5
GSO: Cavalli 5,5, Musci 6 (dal 79’ Pisano 6,5), Bianchi 6, Giorgiutti M. 6, Dezio 5 (dal 29’ Giordano 5,5), Lai 5,5, Trombini 5,5 (dal 72’ Ferrari 5,5), Giorgiutti O. 6, Perri 5, Imparato 5,5 (dal 85’ Minniti s.v.), Magagna 5 (dal 55’ Manolio 4,5)

CLASSIFICA – Terza Categoria, Comitato di Legnano, Girone B
1 – SERENISSIMA CALCIO 26
2 – GARBAGNATE CALCIO 23
3 – GERENZANESE 23
4 – SALUS 23
5 – AMOR SPORTIVA 19
6 – ORATORIO LAINATE RAGAZZI 15
7 – DON BOSCO GSO ARESE 15
8 – GORLA MINORE 13
9 – ORATORIO SAN FRANCESCO 13
10 – C.M. 2004 13
11 – SPERANZA PRIMULE 9
12 – VICTOR 5
13 – MATTEOTTI SARONNO 2
14 – PRO JUVENTUTE 0

Servizio di Paolo Giudici