Home Sport

Importante vittoria per la Spaggiari

16 novembre 2011 – Dopo un inizio di campionato che la aveva messa di fronte a squadre oggettivamente più deboli, la Spaggiari Re Figeco ha incontrato sabato scorso in trasferta il Castel Mella, una delle sue principali antagoniste in chiave promozione. Un’occasione importante per valutare se le professioni di prudenza di coach Fasce, che da tempo ripete che la squadra ha ancora molto lavoro da fare per essere all’altezza delle migliori, erano un eccesso di prudenza o realtà. E il risultato della partita farebbe propendere per la prima ipotesi, visto che la Spaggiari si è imposta per 2-3 (25-22, 18-25, 25-20, 15-25 e 11-15 i parziali dei set) e dando prova prova di un grande carattere, visto che sono stati capaci di rimontare da 2-1 in trasferta vincendo autorevolmente gli ultimi due set. “Nel quarto set – dice Fasce – si è forse vista la migliore Arese della stagione. La squadra ha avuto un’ottima reazione emotiva ma ha mostrato anche importanti progressi tecnico-tattici. Siamo, ad esempio, andati molto bene a muro, che sinora si era dimostrato un nostro punto debole, e ne abbiamo messi a segno ben 19 vincenti”.

A rovinare un po’ la festa aresina ci si sono messi gli infortuni, con Di Noi che non è nemmeno partito per Castel Mella e Crescini che che ha avuto un piccolo problema durante il primo set ma che, pur ben rimpiazzato da Bettati, è riuscito a rientrare a partita in corso. Pur trovando molti spunti positivi nella prestazione di sabato, Fasce ribadisce che la Spaggiari non è ancora la squadra che vorrebbe anche se, da inizio stagione, i miglioramenti sono stati importanti: “Ho apprezzato la voglia di fare dei ragazzi e la loro reazione emotiva, oltre all’importante contributo che è venuto dalla panchina. Oggi comunque, pur avendo battuto un avversario molto forte, non siamo ancora la squadra che vorrei ma sono convinto che continuando con questo impegno arriveremo presto a esserla”. Fasce fa anche una rapida rivisitazione di questo inizio di stagione per illustrare i progressi fatti: “Le prime tre partite sono state di crescita tecnica e di conoscenza reciproca e abbiamo fatto bottino pieno perché eravamo oggettivamente superiori agli avversari che erano squadre di classifica medio bassa. I primi progressi si sono visti nella quarta giornata, dove per la prima volta in questa stagione siamo stati in grado di prendere in mano la partita imponendo agli avversari la nostra personalità. Sabato scorso la quinta giornata ci ha poi finalmente messi di fronte a un avversario che come noi punta alla promozione, e la squadra ha dimostrato di essere ulteriormente cresciuta sia dal punto di vista mentale che da quello tecnico”.

Classifica: San Giuliano 15 punti; Spaggiari Arese 14;  Cantù 13; Castel Mella 11; Cernusco 9; Gorlago e Chiari 8; Lipomo 4; Mortara, Voghera e Grassobbio 2; Bollate e Busto 1