Home Sport

La festa del GSO sconfigge il maltempo

08 giugno 2011 – La maratona della festa finale GSO termina con un trionfo e con gli organizzatori che hanno sfidato e vinto le intemperie di questa fine di primavera. Sui volti dello staff dirigenziale regnava una certa depressione nel vedere le previsioni del tempo per sabato 4 e domenica 5 giugno, una festa preparata da quattro mesi con tanto di investimenti sportivi ed economici che rischiava l’insuccesso a causa del meteo. Ma il “rimboccarsi le maniche” è ormai insito e presente nel DNA di tutti gli allenatori e dirigenti, e la loro forza di volontà consentiva di aprire puntualmente la festa alle ore 15,30. Si partiva con la minimaratona per le vie cittadine per bambini e ragazzi delle elementari e medie, suddivisi opportunamente per classi. I partecipanti sono stati più di cento e viste le condizioni climatiche non ottimali hanno rappresentato una discreta affluenza. Alle premiazioni hanno assistito gli assessori Bartolini e Seregni. Sempre nel pomeriggio è stato dato il fischio d’inizio dell’ottavo torneo memorial  “Insieme per RicordarVi”, un quadrangolare di calcio categoria Allievi a ricordo dei dirigenti e giocatori scomparsi del GSO . La vittoria è andata, ai rigori, al San Carlo Bresso che ha battuto il CCSA. Il GSO è stato invece sconfitto per 3 a 0 dal Don Bosco Rozzano.

La serata di sabato è stata all’insegna dell’intrattenimento con happy meal e serata musicale dalle 19 fino a notte inoltrata. Si sono esibiti la nuova e giovane compagnia musicale “Black Weather”che ha suonato musica rock e la compagnia musicale “Bezz” che ha suonato musica pop. La serata e’ diventata così piacevole grazie anche alla cucina fast food ingegnata dal mitici cuochi Antonio Di Martino e Carmelo Presti. Ad allietare la serata anche la gara di calcio del gentil sesso, donne madri di famiglia che da un anno si allenano con costanza e passione. La mattina della domenica sveglia militare alle ore 7,30 con un tempo piovoso e scrosci torrenziali, antipasto di una giornata prevista meteorologicamente pessima .Ma il programma andava rispettato e il direttore generale dell’evento Gigi Taddeo apriva stoicamente la giornata. Gli organizzatori abbassavano la bandierina del via alle ore 9 con una puntualità da orologio svizzero per la la seconda marcia con Don Bosco, mezza maratona di 7 chilometri e maratona di 21 chilometri per le vie di Arese. Il sindaco Fornaro alle 11,30 premiava gli inossidabili podisti decisamente provati e soprattutto inzuppati d’acqua. La marcia ha costituito una bellissima clip da pubblicare per la credibilità del vero significato di fare sport.

Nella mezza maratona, la vittoria dell’Under 15 femminile è andata a Cristina Amicabile che ha corso in in 35 minuti e 57 secondi. In campo maschile sul podio sono finiti nell’ordine Anil Palazzo (35 minuti e 5 secondi) seguito da Daniele Frenda e Andrea Stevano. Tra i grandi ha vinto Alessandro Rumini seguito da Paolo Tinelli e Davide Peruzzi. Nella massacrante maratona di 21 chilometri, vittoria in campo maschile per Daniele Pisano (1 ora 19 minuti e 2 secondi) seguito da Sergio Alzati e Andrea Cravarezzi. In campo femminile si è imposta Tarcisia Colombo (1 ora e 39 minuti) seguita da Maija Viimanen. Alle 12,15 si è celebrata la Santa Messa dello Sportivo, che viste le condizioni meteo si è svolta al Cinema Teatro. Una funzione religiosa molto partecipata con oltre trecento persone e che ha messo in luce la vitale funzione educativa dello sport GSO in Oratorio. Con lo staff del GSO preoccupato per lo sviluppo delle condizioni climatiche del pomeriggio, quando era in programma il clou della festa, a mezzogiorno oltre centocinquanta persone si sedevano a tavola per un pranzo conviviale. Sotto una leggera pioggia alle 15 una riunione lampo dello staff decretava il “Si gioca comunque!”, condiviso gioiosamente dai numerosi atleti che intanto raggiungevano l’oratorio con l’ ombrello in mano.

Via quindi al piazzamento del campo da minivolley e apertura ufficiale della presentazione al pubblico delle venti formazioni del GSO. Una nitida schiarita, con le nuvole che lasciavano spazio a un pallido sole, apriva le danze. In pochi minuti l’Oratorio era stracolmo di atleti e iniziavano in contemporanea le attività di basket, pallavolo, calcio a 5, calcio a 7 e calcio a 11. Sul campo da volley c’era un’esibizione di microvolley, primovolley, minivolley, Under 12 e Under 16. Sul campo da basket gara di tiri a canestro per i cestisti di minibasket, Under 12 e Under 14. Sul campo di calcio a 7 in sintetico hanno brillato i calciatori dell’Under 9, Under 12 e big small. Sul campo a 5 si sono esibiti i baby calciatori dei primi calci 2004-2005. Nel campo da calcio a 11 si giocava invece il memorial “Insieme per RicordarVi” che vedeva la vittoria del Don Bosco Rozzano sul San Carlo Bresso per 2 a 1 e la vittoria al fulmicotone ai calci di rigore del CCSA Arese sul GSO Arese. L’intensa festa del GSO si chudeva alle 19 con le premiazioni, della durata di mezzora, alla presenza dell’assessore Seregni e, scoop della serata, del noto telecronista Bruno Pizzul che ricordava ai presenti i veri valori dello sport. In totale sono stati premiati ben 433 atleti delle varie discipline del GSO. La clip finale è stata la fotografia dello staff composto da oltre ottanta fra allenatori e dirigenti, a statuto tutti volontari ,con la maglia societaria rossa del Gso che brillava di luce propria, tutti abbracciati e festanti per l’ennesimo successo nella ultatrentennale storia del sodalizio oratoriano. Guardandosi negli occhi i componenti dello staff guardano all’orizzonte con serenità per un 2011-2012 ricco di successi educativi e sportivi.

Se vuoi commentare questo articolo, lo puoi fare sulla pagina Facebook di QuiArese. Se vuoi abbonarti gratuitamente alla nostra newletter settimanale invia una mail all’indirizzo [email protected]