Home Sport

La Freestation NBA schianta Marnate

18 novembre 2011 – La Freestation NBA ha ottenuto una facile vittoria casalinga per 99-67 contro Marnate, nell’anticipo della nona giornata di campionato di serie C2, disputatosi ieri sera. Tra le fila degli aresini mancava il play Matteo Maffezzoli, che nella partita con Varese aveva rimediato una brutta botta all’anca con risentimento del nervo sciatico. Rientrava invece Ezio De Piccoli, reduce dalla frattura al naso che si era procurato il 16 ottobre negli ultimi secondi della sfida con Magenta. E proprio De Piccoli è stato il grande protagonista di una partita dove ha difeso alla grande, messo a segno 20 punti e fatto persino il play, prendendo per mano Arese nell’unico momento di difficoltà arrivato verso la fine del primo quarto. Dopo l’ottima prova di Varese, è stato molto positivo anche il contributo di Gualtiero Sabatini che ha messo a segno 10 punti. Tra gli aresini sono andati in doppia cifra anche Dario Borroni (12), Daniele Amadio, implacabile dalla linea dei tre punti (18), Roberto Galli (10) e Federico De Lucia (13). Tra le note positive l’ottimo lavoro della squadra in difesa e la fase offensiva quando innescata da rapidi contropiede. Complice l’assenza di Maffezzoli, comunque ben rimpiazzato, la Freestation NBA ha trovato solamente qualche difficoltà nell’attaccare la difesa schierata

Nel primo quarto Marnago apre con una tripla e nel palazzetto aresino svolazzano i fantasmi di Cassano Magnago capace di fare un 6/7 da tre nel primo quarto della partita di dieci giorni fa. La paura dura però poco, perché la Freestation NBA recupera molti palloni che innescano letali contropiede e segna 12 punti di fila. Dopo 3’ il tabellone dice 12-3. Arese palesa qualche difficoltà ad affrontare la difesa schierata e Marnate rientra in partita, tanto che al 5’ il risultato è di 12-11 e a 2’28” dalla fine del quarto gli ospiti rimettono la testa avanti sul 16-17. E’ a questo punto che inizia il De Piccoli show, con l’ala aresina che prende per mano la squadra e realizza 7 punti consecutivi. Il quarto si chiude con la Freestation NBA avanti per 23-20. Nel secondo quarto Arese inizia un po’ pigra, tanto che dopo 2’ il parziale è di 1-5 per Marnate. E’ però ancora De Piccoli a suonare la sveglia per i suoi con un canestro più fallo. Dopo 3’ di gioco, la Freestation NBA è avanti per 29-25 e il divario si amplia al 5’ con il tabellone che dice 35-27. Marnate perde un po’ la testa e si innervosisce con la terna arbitrale tanto che nei successivi 3’ di gioco le vengono fischiati tre falli tecnici e un antisportivo. Arese capitalizza la situazione e chiude il secondo quarto avanti per 57-36. Nel terzo quarto la Freestation NBA, forte dell’ampio vantaggio, gioca con tranquillità mentre Marnate è decisamente in confusione e perde numerosi palloni. Dopo 4’ di gioco il parziale dice 13-2 per Arese e partita virtualmente in cassaforte. Il terzo quarto si chiude sul punteggio di 84-53. L’ultimo periodo è di pura accademia, con Arese che, come Marnate, fa ruotare tutti i giocatori in campo.  Alla sirena il punteggio finale vede la Freestation NBA prevalere per 99-67.

“Non c’è molto da dire – commenta coach Gargantini – il divario tecnico tra le due squadre c’era e si è visto sul campo. La squadra ha retto bene l’assenza di Maffezzoli e abbiamo ritrovato un grande De Piccoli. Abbiamo solo sofferto un po’ nel primo quarto ma poi la partita è sempre stata in discesa”. Il general manager Silvio Saini sottolinea invece l’importanza di avere finalmente potuto lavorare per una settimana a ranghi quasi completi: “E’ stata una bella prova di squadra e finalmente si è vista la qualità del gioco che siamo in grado di esprimere quando la sfortuna smette di perseguitarci e riusciamo ad allenarci quasi al completo, come è successo settimana scorsa. E’ evidente anche la crescita di condizione di alcuni elementi, così come il miglioramento dell’intesa di squadra. Però, lo ripeto, le difficoltà che abbiamo incontrato nelle ultime partite erano legate esclusivamente ai tanti infortuni che, al di la delle assenze importanti in partita, ci penalizzavano soprattutto nel lavoro settimanale dove non eravamo in grado di provare le situazioni di cinque contro cinque come avremmo voluto”.

TABELLINO
Risultato finale: 99-67 (23-20, 34-16, 27-17 e 15-14 i parziali dei quarti)
Freestation NBA: Dario Borroni 12, Andrea Razzaboni 7, Daniele Amadio 18, Mario Castelli, Daniele Bui, Gualtiero Sabatini 10, Federico Eleni 9, Roberto Galli 10, Federico De Lucia 13, Ezio De Piccoli 20