Home Sport

NBA alla decima vittoria consecutiva!

21 febbraio 2012 – E’ stata una vittoria impressionante quella colta in casa dalla Freestation NBA sulla Boffalorese nel ventesimo turno del campionato di serie C regionale. E non tanto per il risultato finale o per avere sconfitto una squadra che aveva vinto cinque delle ultime sei partite, quanto piuttosto per la dimostrazione di forza data dagli aresini, sia a livello tecnico che mentale. La Freestation ha dato l’impressione di essere in grado di vincere anche partite dove non è al meglio (mancavano Ponchiroli e Razzaboni anche se in panchina non è mai entrato) o dove l’attacco non gira al massimo e questo perché in qualunque momento uno dei suoi giocatori è in grado di dare una svolta decisiva all’incontro. Con la Boffalorese lo ha fatto prima Matalone quando nel primo tempo ha segnato 15 dei suoi 20 punti totali, poi Borroni (nella foto [email protected]), capace di segnare 9 dei 19 punti della sua squadra nel terzo quarto e infine Amadio e De Piccoli nell’ultimo quarto, quando si sono resi protagonisti del break decisivo con una serie di canestri da tre punti e tanta intensità sul parquet. Protagonista è stato anche il giovane Sabatini, al quale coach Gargantini offre sempre più spazio, che nei primi quattro minuti del secondo quarto mette a referto con due ottime penetrazioni gli unici quattro punti realizzati della NBA in quel frangente.

Buone notizie per Arese sono arrivare anche da Daverio, dove la squadra di casa ha sconfitto Nerviano per 78-71. La Freestation NBA ora guida quindi la classifica con 4 punti di vantaggio sulla coppia formata da Nerviano stessa e da Cassano Magnago. Per la Freestation sono andati in doppia cifra Matalone con 20 punti, De Piccoli con 16, Amadio con 15 e Borroni con 14. Nel primo quarto si assiste a un’incerta partenza per entrambi gli attacchi, tanto che dopo 3’30” di gioco le due squadre hanno segnato un solo canestro per parte. Per Arese arriva però la tripla di Borroni (suoi i primi 5 punti della partita) ma questo non basta a sbloccare la situazione, visto che al 5’ il punteggio è ancora di 5-2. La Freestation è comunque molto reattiva in difesa, dove recupera molti palloni importanti. A 1’ dalla fine del quarto, sul punteggio di 14-10, mette per la prima volta il piede sul parquet Matalone che da una scossa in attacco agli aresini. Suoi gli ultimi cinque punti del parziale che fissano il risultato sul 19-12. Nel secondo quarto apre subito le marcature Sabatini ma la produzione offensiva delle due squadre si ferma qui a lungo, tanto che dopo 3’ il suo è l’unico canestro segnato. La brutta notizia per Arese è che dopo 2 soli minuti del secondo quarto Maffezzoli si deve accomodare in panca con 3 falli. Ed è ancora Sabatini i successivi 2 punti per Arese. Si segna però sempre poco e a metà quarto il parziale è di 6-5. Il ritorno sul parquet di Matalone da una nuova scossa ad Arese, con il centro che ci mette molta energia e porta a casa anche numerosi falli a favore. A 2’ dalla fine del quarto Arese viaggia con 9 punti di vantaggio sul 33-24. Nel finale Boffalora con due triple si riavvicina alla Freestation, che comunque rimane avanti per 35-30.

Borroni mette il suo marchio sul terzo quarto, rendendosi autore di 9 dei 19 punti messi a segno dalla Freestation in questi dieci minuti. Arese fatica comunque sempre parecchio a trovare la strada del canestro, tanto che Boffalora riesce, a 3’40” dalla fine del periodo, a mettere per la prima nel corso della partita la testa avanti sul punteggio di 43-45. Ci pensa ancora una volta un super Borroni a riportare avanti Arese già nell’azione successiva, quando su un tentativo da tre punti subisce fallo e dalla lunetta fa un 3 su 3. La partita procede in equilibrio fino alla fine del quarto, che vede la Freestation chiudere in vantaggio per 54-51. Si arriva così all’ultimo quarto dove l’attacco aresino non produce punti per i primi 2’ di gioco e questo permette a Boffalora di tornare avanti per 54-56 con 8’ ancora da giocare. Ed è a questo punto che si vede tutta la forza tecnica e mentale della squadra del presidente Venturelli che, in soli 40” produce un break di 6 punti che la riporta avanti. Il parziale è aperto da una tripla di Amadio, seguita da una stoppata e un canestro da 3 punti di De Piccoli che, un po’ in ombra per i primi 30’, sarà l’assoluto dominatore del quarto finale. Coach Nava chiama timeout per Boffalora ma al rientro delle squadre sul parquet sono ancora De Piccoli con un 2 su 2 dalla lunetta e Amadio con una tripla a dettare legge. La Freestation mette quindi a segno un parziale di 11-0 che la porta sul 65-56. Impressionante De Piccoli che in 6’ di gioco ha messo a segno 10 punti, con due bombe, e che ha dato alla squadra un’intensità incredibile. La partita finisce di fatto qui, con la NBA che controlla fino al 81-69 finale.

Questo il commento di coach Giuseppe Gargantini: “Era una partita che mi preoccupava molto perché la Boffolorese veniva da cinque vittorie nelle ultime sei partite mentre noi nelle ultime due settimane non ci eravamo allenati bene a causa di una serie di infortuni e malanni. E’ stata, infatti, una partita dura, affrontata dai nostri avversari in maniera molto aggressiva. Fortunatamente la Freestation ha diversi giocatori pieni di talento che sono im grado di fare la differenza in qualunque momento e che ci hanno permesso di conquistare una vittoria fondamentale in chiave campionato. Sabato sera saremo in trasferta ad Arcisate e sarà un’altra battaglia. Loro sono una squadra piccola che ci aggredirà e questa è una condizione che in genere soffriamo. Tra l’altro Arcisate si è rinforzata con l’arrivo di Terzaghi, un’ala forte classe 1992 che darà loro un’arma in più. Per noi sarà importantissimo vincere per potere andare ad affrontare, la settimana successiva, Cassano Magnago con ancora 4 punti di vantaggio”.

TABELLINO
Risultato finale: Freestation NBA – Boffalorese 81-69 (19-12, 16-18, 19-21 e 27-18 i parziali dei quarti)
Freestation NBA: Marco Maffezzoli 2, Dario Borroni 14, Andrea Razzaboni n.e., Daniele Amadio 15, Mario Castelli, Gualtiero Sabatini 7, Mauro Matalone 20, Federico Eleni 2, Federico De Lucia 5, Ezio De Piccoli 16