Home Sport

Una buona Wba perde con la Sustinente

24 novembre 2011 – Sabato scorso, per la quarta gara di campionato di serie C, la Matic Wba ospitava la squadra di Sustinente non sul solito campo casalingo del CSDA, che era impegnato da un’altra manifestazione, ma presso la palestra Molinello di Rho. La partita inizia subito con una grandissima pressione da parte delle avversarie e con una difesa a uomo e raddoppi già dalla rimessa, che costringe Arese a velocizzare il gioco per poter superare la propria metà campo. Questo approccio delle ospiti facilita molto il gioco di Arese che cerca di trovare la via più veloce per raggiungere il canestro, riuscendo a volte anche ad andare in contropiede e utilizzando il buon lavoro delle lunghe che fanno ottimi blocchi alla metà campo, creando superiorità numerica fin da subito.  Sustinente trova però grandissime giocate, soprattutto grazie a due giocatrici che alla fine risulteranno fare la differenza tra le due squadre. Come detto, entrambe le squadre propongono una difesa a uomo dalla rimessa che non risparmia nessuna giocatrice in falli e grande sforzo atletico.

Alla fine del primo quarto, Sustinente riesce a portare a casa un gran bel vantaggio che da loro la possibilità di giocare con tranquillità in attacco, mentre Arese accorcia un po’ il divario con tiri dalla lunga distanza (infatti nei primi due quarti ottima media con 4 su 5), aspetto che il coach evidenzia più volte, durante i minuti di sospensione e nella pausa tra i due tempi. I diversi cambi proposti da coach Moretto durante la gara non creano scompensi nella squadra, grazie ai buoni cambi effettuati e alle giocatrici che entrando in campo cercano da subito di non farsi battere facilmente e recuperano molte palle anche se poi, un po’ per inesperienza, le azioni non vengono concluse al meglio. Ancora troppi errori in campo, ma a differenza delle precedenti gare, il gioco è più fluido in attacco e grazie a delle buone letture e a delle ottime giocate, a volte anche singole, le giocatrici Wba recuperano parecchi punti. Con l’inizio del terzo quarto la storia non cambia. Molta aggressività da parte delle avversarie e da parte delle giocatrici di casa che non si risparmiano in falli ma nonostante tutto la gara rimane ben gestita dagli arbitri, che fischiando in maniera equilibrata non penalizzano in particolare nessuna delle due squadre.

Continuano le ottime giocate delle avversari e per cercare di contrastarle viene proposta dalle aresine una difesa alternativa, con un triangolo e due marcatrici fisse; questa mossa però non dà il risultato sperato, grazie a delle azioni azzeccate da parte delle avversarie con tre tiri dalla lunga distanza che spezzano le gambe ad Arese…ma non il morale! Infatti, ripresa la normale difesa a uomo ricomincia la pressione tutto campo e le aresine riescono negli ultimi minuti dell’ultimo quarto ad arrivare ad un minimo distacco di 4 punti. Troppi errori nel finale, sia in attacco con tiri facili, sia in difesa con falli precipitosi, portano le avversarie a tirare spesso dalla lunetta,  a gestire con tranquillità il tempo e a portare a casa il risultato: 78 a 65. Nel complesso una buona partita della Wba che si distingue dalle precedenti per un livello di aggressività e concentrazione, che rimane molto alto per periodi lunghi durante lo svolgersi della gara…buon lavoro anche da parte delle atlete più giovani, che non fanno rimpiangere i cambi con le veterane grazie al buon agonismo messo in campo.