Home Sport

Un’ABC decimata e sfortunata cade a Vigevano

21 novembre 2011 – E’ un’ABC in piena emergenza quella che si presenta a Vigevano per la settima giornata del campionato di Promozione. Mancano all’appello per infortunio i vari Gheller, Foglia, Fusari e il lungodegente A. Lazzaroni. A queste, si aggiungono le assenze di Viggiano, Monti e Adamoli per motivi personali, più quelle di S. Lazzaroni e del coach Viola per influenza. Ciononostante la compagine aresina promette battaglia, e spinta dallo staff di giornata Formica-Rifranti decide di impostare la partita su una difesa aggressiva con l’obiettivo di correre il più possibile in contropiede per soluzioni rapide. Invece, le prime battute del match sono tutte di marca vigevanese. Per cercare la giusta alchimia tattica la panchina biancoblu effettua una girandola di sostituzioni che porta tutti gli effettivi in campo già prima della chiusura del primo quarto. La mossa, fortunatamente, trova l’effetto sperato. L’ABC di sblocca, guidata in campo dalle giocate e dai rimbalzi su ambo i lati del campo di Binaghi, e prima raggiunge e poi supera Vigevano nel finale dei primi 10′. Si riparte nel secondo periodo dal punteggio di 11-16 per Arese. Vigevano in questo frangente non c’è, fa molta fatica a costruire gioco.

Arese vola in contropiede grazie a rimbalzi difensivi e recuperi. Sugli scudi in questo frangente Negrini A., Marroncelli, Filippi e Rodella, mentre Prati è molto attivo a tutto campo e questo purtroppo lo porta appannato al momento della conclusione. Il divario tra le due formazioni si allarga fino al 22 – 31 del 20′) e la sensazione è che Arese abbia in mano le redini del match. Il terzo periodo si apre in equilibrio ma Vigevano cambia tattica, decide di fermare le manovre veloci aresine alzando la difesa per poi chiudersi a riccio in mezzo all’area una volta giunti nella metà campo difensiva. La mossa purtroppo ha gli effetti desiderati: gli ospiti non capiscono la situazione e letteralmente “sbattono” a più riprese contro la difesa avversaria. L’inerzia cambia definitivamente in seguito ad un paio di falli tecnici convertiti dai giocatori di casa in punti a cronometro fermo. Al 30′ il vantaggio accumulato in precedenza è annullato: si va all’ultima frazione sul 42 pari.

Ora la partita è equilibrata, ma si svolge su ritmi lenti molto più congeniali ai giocatori di Vigevano. L’ABC va avanti e tiene poi il possesso del vantaggio fin quando Vigevano azzecca la tripla spezzagambe per il +3 casalingo a poco più di 2′ dal termine. Successivamente un’azione difensiva eccellente viene tramutata da un dubbio fischio arbitrale in 2 tiri liberi per i vigevanesi, e mette fuori gioco il coach aresino a causa di un’espulsione diretta per proteste che ai più sembravano del tutto civili… I giocatori aresini vanno definitivamente in affanno: dapprima sbagliano qualche scelta per eccessiva frenesia, poi vedono un paio di tiri non trovare il fondo del secchiello per pura sfortuna. La pressione a tutto campo non è ben eseguita e i giocatori di casa volano con facili contropiedi. E così la sconfitta diviene inevitabile al termine di una gara rocambolesca dove Arese poteva sicuramente strappare il referto rosa, che sarebbe stato tutt’altro che immeritato. Al contrario, gli ospiti si ritrovano con una vittoria che appariva improbabile e agganciano così l’ABC in classifica a 6 punti.

TABELLINI
Juniors Vigevano – ABC 60 – 54 (11-16, 11-15, 20-11, 18-12)
Vigevano: Villani 4, Cornalba 2, Pivi 6, Colombo 12, Agresti 13, Carlucci 9, Vallin, Merlano 4, Cappato 2, Laverone 13.
Arese: Marroncelli 6, Negrini A. 14, Prati 4, Binaghi 21, Negrini M., Cogliati 5, Pelizzoni, Rodella 4, Bellini, Filippi 5.