sabato, 4 Febbraio 2023
Home Tags Task force

Tag: task force

Il primo positivo registrato ufficialmente ad Arese era già ammalato il...

Nei giorni scorsi si è molto parlato del fatto che Arese potrebbe essere stato uno dei primi comuni italiani a registrare un caso di Covid-19. Una ricerca coordinata dalla “Task force” della Regione Lombardia contro il Coronavirus e firmata da 14 ricercatori aveva messo in evidenza su una mappa della regione il Comune di Arese, datando al 15 gennaio la presenza (presunta) del virus sul nostro territorio.

Un Primo maggio “strano”, tra cronache surreali e la gioia per...

In una giornata segnata dalla sorpresa di vedere il nome della nostra città sul Corriere della Sera, indicato come uno dei due luoghi da cui è partita in Italia l’epidemia, non può che far piacere apprendere che l’unico aggiornamento riguarda due guarigioni. Il portale di Ats (Agenzia di Tutela della Salute) di Città Metropolitana di Milano non riporta infatti nuovi contagi o ulteriori decessi.

Ecco la ricerca dove compare Arese come città da cui è...

La ricerca sulla base della quale il Corriere della Sera ha realizzato l’articolo pubblicato questa mattina non è recentissima. Al sito Arxiv.org, gestito dalla Cornell University di Ithaca, nello Stato di New York, è stata inviata il 20 marzo scorso, e il quotidiano Il Cittadino ne ha parlato in un articolo il 29 marzo, citando per altro un’uscita sulla prestigiosa rivista Nature, che non siamo riusciti a recuperare. Il lavoro, composto da una trentina di pagine, è stato coordinato dalla “Task force” della Regione Lombardia contro il Coronavirus e firmato da 14 ricercatori.

Covid-19: per uno studio della Regione l’epidemia potrebbe essere partita da...

La notizia è esplosa all’improvviso. Sarebbe Arese la città che per prima, insieme a Cornegliano Laudense (nel lodigiano), avrebbe dato il via al contagio italiano da Coronavirus. Lo riporta un articolo comparso oggi sul Corriere della Sera, che cita una “mappa elaborata dalla task force di Regione Lombardia per ricostruire la diffusione del Covid-19”. In sostanza, ben prima che emergesse il caso del “paziente 1” di Codogno, la malattia sarebbe già stata presente in buona parte della Lombardia. Prendendo il via dalla nostra città e dal paesino vicino a Lodi il 15 gennaio: più di un mese prima che venisse ufficialmente identificato il primo caso italiano, il 21 febbraio scorso.

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL!

3,186FansMi piace
935FollowerSegui
420IscrittiIscriviti

PUBBLICITA'

LETTERE